Home » News » Le due facce dell'Italia!!

Le due facce dell'Italia!!

Le due facce dell'Italia!! - ASSOCIAZIONE SPORTIVA POCHI 89

Giornata intensa in quel di Tomakomai, tra botte, delusioni e qualche soddisfazione..

L'ultima partita del girone ci ha visto affrontare la formazione dell'Australia, seconda classificata del girone RED. Fischio di inizio alle 8, orario insolito per i broomballisti italiani, e subito si intuisce la direzione della gara. Subiamo molto la fisicità e la corsa degli australiani, che arrivano prima su ogni palla, che ci mettono voglia e cuore, e rimaniamo con le gambe dure e poca convinzione a costruire un macchinoso gioco. Le due squadre si equivalgono, creiamo di più noi ma sottoporta non riusciamo a mordere, manchiamo di cattiveria e di convinzione, da li a poco passiamo in svantaggio. Altro giro altro regalo, due a zero a 5 minuti dalla fine per chiudere una partita che non abbiamo di sicuro onorato. Ci parliamo, ci ragioniamo, ci motiviamo. Il paraggio nel derby tra le due formazioni giapponesi ci regala comunque il terzo posto nel girone. Affronteremo di li a poco gli extraterresti dei Calgary Cowboys, 24 reti in 4 partite!!

E finalmente eccola, la partita che vale il mondiale, quella per la quale ci prepariamo da due anni. I sacrifici, la raccolta fondi, l'organizzazione del viaggio, i 10 mila chilometri di viaggio, tutto per arrivare li...ai quarti di finale del campionato mondiale, una vittoria per arrivare nelle prime 4 al mondo, davanti una formazione che fa 4 allenamenti a settimana e 90 partite all'anno! Noi ci concentraimo, la partitaccia della mattina è già alle spalle, sguardi tesi, siamo un branco, siamo un gruppo, scendiamo in campo per provare l'impresa.

Entriamo convinti, duri, andiamo subito in superiorità e creiamo un'occasione con Pagnussat, ma il portiere para. Loro sono organizzati, in difesa hanno due mostri sacri, due che tirano sassate con una nonchalance disarmante, broomball spettacolo, con noi che arranchiamo ma non molliamo, siamo su ogni palla, Cagnati in versione supereroe MARVEL, Steiner-Bettini che fanno sentire il fisico, Mirco saracinesca, Roccia che carica i suoi. Teniamo fino ad un'inferiorità, in 4 contro 5 loro sono troppo superiori, trovano il gol, uno a zero, noi ci crediamo ancora. Chiudiamo il primo tempo e ricarichiamo le pile, il secondo tempo non cambia, loro costruiscono, noi mostriamo i denti, ma a metà del secondo tempo, fanno ancora male, ancora su una superiorità. Ci proviamo nel finale, Pagnussat ancora sulla traversa, in un mondiale che sembra dannato per il giovane Belumato, la partita finisce sul due a zero.

Dovevamo fare la partita perfetta, non l'abbiamo fatta. Ma abbiamo dimostrato di che pasta siamo fatti, che Italia e Canada possono anche competere, che quando le partite contano, quando c'è da dare qualcosa in più, tutti hanno risposto presente.

 

Domani per noi inizia un altro torneo, la Challenge Cup. Le prime 4 squadre invece continueranno la lotta per il World Championship. Subito alle 8 (mezzanotte italiana) in campo contro i padroni di casa del Giappone, alle 12 invece (4 di notte italiana) affronteremo gli Australiani.

 

Il lupo, la luna e il sol levante. Voglio che sia il risveglio del riscatto, il risveglio dell'orgoglio.

Notte lupi, notte Italia

#pres

 

 

06/11/2014 commenti (0)